Azienda USL 4 di Prato
salta la barra
Percorsi assistenziali

Sanità di iniziativa

La Regione Toscana nel Piano Sanitario Regionale 2008-2010 ha introdotto la "Sanità di iniziativa", ovvero una sanità che non aspetta il cittadino sulla soglia, ma che sia capace di andargli incontro, raccogliendo la sua domanda di salute anche quando inespressa e prima che evolva con un aggravamento o una complicanza.
Per fare questo è necessario pensare ad un nuovo modello organizzativo, dimostratosi efficace in altri paesi occidentali, il Chronic Care Model, ossia un modello che si basa sul lavoro integrato di diversi professionisti, medici di famiglia, specialisti e infermieri per primi, e sulla capacità del paziente di intervenire sul proprio stato di salute. Il lavoro integrato dei professionisti dovrà garantire un miglioramento della qualità e della continuità delle cure mediante una più rigorosa programmazione dei controlli. Una maggiore informazione e uno strutturato supporto educativo (individuale o di gruppo) al cittadino/paziente ne aumenterà l'autonomia e la capacità di gestire, assieme al proprio medico, la propria malattia.